Henri Demarquette

  • Cello
Suona il:
Ha suonato anche nel:

Henri Demarquette, nato nel 1970, aveva tredici anni quando frequentava il Conservatoire National Supérieur de Musique a Paris, studiando con Philippe Muller e Maurice Gendron. E’ stato premiato unanimamente con il Premier Prix, e ha lavorato con Pierre Fournier e Paul Tortelier prima di prendere lezioni da Janos Starker a Bloomington, negli USA. All’età di quattordici anni aveva già familiarità con il palcoscenico: Demarquette ha tenuto il suo concerto di debutto a diciassette anni con un recital presso il Théâtre du Châtelet a Parigi e una registrazione per France 3 Television con la pianista Hélène Grimaud. Ha catturato l’attenzione di Lord Yehudi Menuhin, che lo ha invitato a suonare il Concerto di Dvorák a Praga e a Parigi con lo stesso Menuhin direttore d’orchestra. Da quel momento in poi la sua carriera è stata internazionale, portandolo presso molte capitali in compagnia delle più grandi orchestre francesi ed internazionali – più recentemente con l’Orchestre National de France, la London Philharmonic, la Vienna Chamber Orchestra, l’Ensemble Orchestral de Paris, la Tokyo Symphony, l’Orchestre National Bordeaux-Aquitaine, la Symphonia Varsovia, la Neue Philharmonie Westphalen – e si è esibito con i suoi partner pianistici preferiti Brigitte Engerer, Michel Dalberto, Giovanni Bellucci e Boris Berezovsky. La sua esecuzione del Concerto «Tout un monde lointain» di Henri Dutilleux con la Mannheim’s Akademisches Orchester diretta da Frédéric Chaslin è stata filmata per France Europe Média con la collaborazione di SACEM. Nel 2011 e nel 2012, si è esibito con numerose orchestre: l’Orchestre National de France, la Sinfonia Varsovia, la Saint-Petersburg Philharmonic Orchestra, la Ural Philharmonic Orche-stra, la NDR Hanover, l’Orchestre National de Lille, l’Orchestre Français des Jeunes, l’Orchestre Philharmonique de Marseille, l’Orchestre de Cannes-Provence Alpes Côte d’Azur e molte altre. Si è anche esibito presso il Théâtre des Champs-Elysées con Brigitte Engerer, alla Salle Pleyel, con la Berlin Philharmonie, alla Salle Gaveau, all’Opéra de Mar-seille, per citarne alcuni. E’ stato premiato con il «Prix de la Fondation Simone et Cino del Duca» dalla Académie des Beaux Arts. Henri Demarquette suona "le Vaslin", violoncello creato da Stradivarius nel 1725, prestatogli da LVMH - Moët Hennessy Louis Vuitton.